Gli ultimi anni il mondo del digitale, dello sport e anche dei videogiochi è stato sicuramente dominato dagli eSports. Ormai tutti ne abbiamo sentito parlare, ma la domanda che sorge spontanea è: “Durerà nel tempo o no?”.  Proviamo a discuterne.

eSports e NBA

Sulle nostre pagine Facebook e Instagram abbiamo pubblicato un post riguardo la NBA 2k League, la lega eSports per il videogioco NBA 2k. Questa nuova lega formata da videogiocatori ha le sembianze e la struttura della vera lega della National Basketball Association.

Infatti anche in questa lega di eSports esiste una giornata dedicata al famoso Draft. In questo giorno i team partecipanti alla specifica competizione scelgono i propri giocatori che faranno parte del proprio roster. Il Draft si è svolto a New York il 4 aprile con la partecipazione delle 17 squadre che faranno parte della competizione.

Tutto questa introduzione ci porta poi a rispondere alla domanda di inizio articolo. Durerà nel tempo?

Stando ai dati che si trovano sembra di si. I giocatori scelti infatti firmano un contratto di sei mesi con la relativa franchigia e con un relativo salario. A quanto ammonta? Dicono intorno ai 35.000 $ per i giocatori scelti al primo turno del draft (i primi 17 giocatori) e 32.000$ per gli altri. E il premio del torneo si aggira intorno al milione di dollari.

Numeri alla mano non mi sembra proprio un investimento per una cosa momentanea, ma anzi. Inoltre i giocatori alloggeranno per i mesi del contratto in appositi loft. Nel video qui sotto potete vederne un esempio.

Questa è la struttura che ospiterà i giocatori dei Wizard District Gaming.

In conclusione

Questo è solo un esempio delle strutture che si stanno creando intorno al mondo eSports. E anche se non si ama molto parlare sempre e solo di numeri, questi dicono che non sarà un fenomeno di passaggio. Oltre questo però bisogna tener conto di un altro fattore. Quale?

Le migliaia di persone che sono appassionate di questi giochi e che amano guardare pro-players sfidarsi. I “clienti” alla fine sono la cosa che conta di più; se ci sono clienti ci sarà un mercato.

Sicuramente torneremo a parlare del mondo degli eSports. Continua a seguirci se sei interessato!

Seguici su:
Condividi:

One thought on “eSports moda passeggera o no ?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.