Al giorno d’oggi i social network sono diventati centrali nella vita di tutti noi.

Diventa fondamentale quindi realizzare (come per qualsiasi asset che si possiede) una strategia al fine di poter ricavare il maggior utile possibile da questi nuovi canali digitali.

L’utile non è da intendersi necessariamente a livello monetario, ma nelle sua varie sfaccettature: engagement, fidelizzazione, branding, etc.

Si tratta di argomenti che nel nostro blog affrontiamo a 360 gradi in relazione a diversi sport.

In questo approfondimento andremo ad esplorare i legami che ci sono tra eventi sportivi (offline, ma vedremo anche online) e la crescita sui social network.

Ecco nel particolare gli argomenti che affronteremo insieme:

L’esultanza di Balotelli
La crescita di Piatek
Il contest organizzato dal Cagliari Calcio
Considerazioni finali

L’esultanza di Balotelli

La sera del marzo abbiamo assistito alla selfie esultanza di Balotelli in occasione del suo goal contro il Saint-Etienne.

L’esultanza ha ricalcato quella di Francesco Totti in occasione di un derby, con la differenza che il Super Mario Nazionale ha postato direttamente in live la storia su Instagram.



Questo evento ha avuto una portata mediatica incredibile: un’esultanza 2.0 figlia dello sport nell’era dei social network.

Oltre ad articoli di giornali, l’esultanza di Mario Balotelli ha avuto ripercussioni enormi sul suo profilo social.

crescita social balotelli
Fonte: Ninjalitics.

Come è possibile vedere dall’immagine, dal 3 marzo 2019 (giorno dell’evento) c’è stata una crescita esponenziale di quasi 200k followers in pochissimi giorni.

Va evidenziato come dopo la crescita enorme, è continuata una lieve crescita senza che il profilo subisse delle perdite di follower.

E’ un punto su cui torneremo più avanti, ma è essenziale in questi casi non soffermarsi solamente ad analizzare la crescita nei pochi giorni dopo l’evento, ma anche quello dei giorni più in là (la cosidetta “coda lunga”).

Riguardo il caso specifico, rimane il dubbio sul fatto che il gesto di Balotelli sia stato frutto di una strategia studiata a tavolino per aumentare la sua fan base o sia stato la conseguenza di un gesto casuale.

La crescita di Piatek

Ti avevamo già parlato della crescita sui social di Piatek e del Genoa CFC: un giovane attaccante polacco proveniente da una semi-sconosciuta squadra (KS Cracovia).

Questa estate, nel momento del passaggio di Piatek al Genoa, il polacco poteva vantare meno di 2k follower su Instagram.

Fonte: Ninjalitics.

Il grafico di sopra, mostra l’intero andamento dal momento in cui Piatek è sbarcato in Italia. Da 2k a 1,3 milioni di follower.

Mentre nel caso precedente di Balotelli si trattava di un singolo evento (un’esultanza), in questo caso stiamo parlando delle prestazioni straordinarie di un atleta sconosciuto.

Complice anche il lavoro social effettuato dal Genoa, e dal Milan poi, oltre il calciatore anche le due società hanno avuto dei ritorni in termini di crescita sui social.

In particolare il Genoa è stato capace di coltivare una fan base polacca: che ciò possa influenzare le prossime scelte di mercato? La domanda infatti è se i social, come in questo caso, possano influenzare eventi reali.

Il Genoa, potrebbe infatti far combaciare esigenze sportive e di marketing acquistando un calciatore polacco per sfruttare la fan base costruita con Piatek.

Il contest organizzato dal Cagliari Calcio

Il Cagliari Calcio ha avuto il coraggio di portare un’importante innovazione (ma non per altri settori) sui social nell’ambito del calcio italiano.

In occasione del turno infrasettimanale del 03/04/19 che ha visto protagonista il Cagliari scontrarsi nel campionato di Serie A con la Juventus, è stato avviato un contest online su Instagram che ha visto diversi partecipanti:

  • il Cagliari;
  • Nicolò Barella;
  • Calciatori Brutti, community di calcio che vanta 1,7 milioni di follower su Instagram.

Il giorno prima dell’incontro è stato avviato un contest, dove seguendo il profilo Instagram del Cagliari, c’era l’opportunità di vincere una maglia autografata di Barella.

In tutto ciò, la collaborazione con Calciatori Brutti ha fatto sì che l’iniziativa avesse maggiore risalto e che fosse raggiungibile anche a chi non fosse tifosi della squadra sarda.

crescita social cagliari calcio
Fonte: Ninjalitics.

Durante la durata del contest (2 aprile) il Cagliari Calcio ha avuto un picco di crescita di 30k follower nell’arco di 24 ore.

Una crescita comunque importante per un club di provincia. C’è stato comunque un calo fisiologico di follower nei giorni successivi.

Considerazioni finali

Il calo di follower visto nel caso del Cagliari porta ad alcune considerazioni.

L’incredibile crescita sui social deve essere accompagnata da una strategia di contenuti che sia in grado di tenere intrattenere l’utente e di fidelizzarlo.

Il caso specifico del Cagliari riguarda una tipolgia di contest molto diffuso online: la perdita di follower successiva al contest è quasi fisiologica.

Questo perchè molto spesso gli utenti vengono ingaggiati e invitati a seguire il profilo solamente perchè percepiscono di elevato valore il premio (come la maglia di Barella). Una volta terminato il concorso, i follower se non hanno motivazioni ulteriori al premio smettono di seguire il profilo, causando il calo fisiologico sopra descritto.

Concludo alla luce di questa considerazione, affermando che una strategia di contenuti mirata ad intrattenere anche i non tifosi può essere vincente per trasfomare un follower in fan.

Seguici su:
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.