TikTok è un social network cinese che in un’ottica di espansione mondiale nell’agosto del 2018 si è fuso con Musical.ly (già acquisito nel novembre del 2017).

TikTok è un social dove è possibile trovare brevi video verticali: è sostanzialmente una piattaforma per content creator amatoriali.

Si trovano meme, video in cui le persone sincronizzano delle traccie audio con le proprie labbra e video virali.

In questo articolo andremo ad offrirti una panoramica su questo social, fino ad un approfondimento sull’utilizzo di TikTok nello sport.

Ecco gli argomenti che andremo ad affrontare insieme:

Alcuni numeri su TikTok
Perchè dare attenzione a questo social?
Tik Tok nello sport
Considerazioni finali

Alcuni numeri su TikTok

Di seguito alcune statistiche interessanti su TikTok che potrebbero farti capire l’importanza di questo social:

  • Nel primo trimestre del 2018 l’App (tra le app che non fossero giochi) è stata la più scaricata dell’app store di Apple con ben 45,8 milioni di download. E’ stata invece la sesta considerando anche il Play Store;
  • L’App è disponibile in 154 paesi con 75 lingue differenti;
  • Il 41% degli utenti rientra nella fascia di età 16-24;
  • Ci sono 500 milioni di utenti attivi nel mondo;
  • L’App è stata installata 800 milioni di volte;
  • Il 28,56% delle persone che ha scaricato l’App la usa giornalmente;
  • L’80% dei device utilizzati è Android;
  • E’ molto popolare nei paesi asiatici: conta 150 milioni di utenti attivi giornalieri in Cina.

Perchè dare attenzione a questo social?

I numeri visti in precedenza dovrebbero darti un’idea sul perchè i brand non debbano trascurare questo social.

Il target è molto giovane e l’App favorisce la diffusione dei video facendoli diventare facilmente virali.

Questi video-meme, tipici della piattaforma, in questione riprendono tematiche affini alla Generazione Z.

Su TikTok è possibile trovare video e contenuti che non si trovano su altre piattaforme. Contenuti sicuramente “strani”, ma comunque divertenti da vedere.

Come detto in precedenza è una piattaforma di Content Creator amatoriali (la facilità di editing dei video ha contribuito alla diffusione del social). Questo social può diventare quindi una vetrina per giovani professionisti: un altro motivo per cui i brand dovrebbero monitorare Tik Tok.

TikTok nello sport

Attualmente TikTok è un social su cui in generale i brand non sono ancora sbarcati. Questa situazione si riflette quindi anche nel settore dello sport.

Sono poche le società che hanno aperto un account. Tra queste troviamo:

  • As Roma sbarcata proprio ieri (11/04/19);
  • NBA;
  • MLB;
  • Inter;
  • Red Sox.

Un vantaggio nell’utilizzare TikTok proviene dalla possibilità di realizzare video in formato verticale, da poter riutilizzare ad esempio su IGTV (su cui Instagram punta molto).

Per ora ad esempio l’Inter sta sperimentando la piattaforma: sono presenti video amarcord o video in collaborazione con artisti cinesi.

Mentre la Roma ha pubblicato dei video con editing particolari in linea con i contenuti trending della piattaforma. La novità sono dei vjfeo che vedono i tifosi protagonisti (User Generated Content)

LEGGI ANCHE: I Libri sul Marketing che uno Sport Marketer deve leggere

L’NBA e i Red Sox stanno invece utilizzando questo social per riproporre il dietro le quinte dei rispettivi sport o le azioni più spettacolari. Mentre la MLB non svolge attività particolare da sottolineare.

Un’iniziativa interessante è stata portata avanti dalla NFLPA (l’organo che rappresenta i professionisti del football americano), che ha introdotto degli sticker in Realtà Aumentata all’interno dell’App.

TikTok NFL

Quest’attività consente di attivare quei fan più giovani, che altrimenti sarebbero stati difficile da raggiungere.

TikTok può rappresentare un’opportunità enorme per far breccia sulla Generazione Z: investire nella parte di popolazione che rientra in questo target è sicuramente un investimento a lungo termine.

Si tratta di ragazzi con bassa possibilità di spesa diretta, ma con una grande capacità di influenzare i più grandi (come i genitori).

Il consiglio è quello di sperimentare in continuazione: TikTok sta implementando sempre nuove funzionalità e possibilità di editing.

Diventa importante sfruttare il social per lanciare nuovi trend che diventino virale, magando facendo in modo che i tifosi si sfidino tra di loro.

Considerazioni finali

Abbiamo sentito il parere di Michele Imbimbo, founder di Stargraph (un’app di fan engagement basata su blockchain):

TikTok è sicuramente una realtà molto interessante per diversi aspetti: innanzitutto, è uno dei primi casi in cui la storia NON inizia da un’amichevole startup della Silicon Valley, ma da una gigantesca società di Internet cinese (ByteDance) e che ha saputo espandersi velocemente anche in occidente.

Ogni nuova piattaforma e tecnologia richiede sforzi importanti per capire le nuove dinamiche che ci sono all’interno di quelle che sono vere e proprie comunità di utenti. 

TikTok si caratterizza per alcune differenze sostanziali rispetto agli altri social, come ad esempio, la possibilità di entrare nell’App senza registrazione o dinamiche di sponsorizzazione contenuti ancora ridotte (per il momento).

Un netto cambiamento che, ovviamente, rappresenta una barriera per le realtà sportive che devono adattare le proprie strategie, strutturarsi con aggiunta di personale e capire e misurare i ritorni dei loro investimenti.

Infine, molto interessante notare che il pubblico principale è quella Generazione Z che sempre più rappresenta il target su cui concentrare i propri sforzi per mantenere vivo l’interesse attorno al mondo dello sport. Un pubblico che ha peculiarità, strumenti, bisogni e modelli completamente diversi rispetto al passato.

Oggi viviamo un periodo in cui ci sono enormi opportunità date dalle nuove tecnologie che ci consentono di affermare che i fan sono “serviti” meglio che in qualsiasi altro periodo storico, ma dobbiamo avere la consapevolezza che hanno anche molte più scelte e che per “ingaggiarli” l’asticella si è alzata parecchio.

La vera sfida del fan engagement è fare in modo che i follower “casuali” si trasformino in fan fedeli e paganti: ed è qui che gli sforzi dei club, degli atleti, degli sponsor devono concentrarsi per trovare ed ingaggiare i fan nel posto ed al momento giusto, anche testando piattaforme già affermate e facendo continua sperimentazione su quelle emergenti, come appunto TikTok.

Seguici su:
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.