Se parliamo di football, di basket, di baseball, di hockey (e anche di molte altre discipline olimpiche) pensiamo sicuramente agli Stati Uniti. E’ un’associazione spontanea. Se parli di basket pensi subito a Michael Jordan o Lebron James (per i più giovani). Se pali di football probabilmente avrai sentito parlare di Tom Brady e così via. Gli Stati Uniti sono una vera e propria culla di talenti.

Però c’è in particolare uno sport in cui gli Stati Uniti non hanno il primato assoluto, il calcio. La MLS (Major League Soccer) ha vissuto per anni nell’anonimato senza mai far appassionare più di tante persone (anche al di fuori del contesto USA). Però da qualche anno a questa parte si ha la netta sensazione che le cose stiano cambiando, oggi anche in Italia per esempio si sente parlare molto più spesso del campionato calcistico statunitense. Infatti sono sempre di più i giocatori che sono pronti a trasferirsi dall’Europa al continente americano. Molti di questi giocatori sono stati bandiere per club europei molto importanti (per esempio Beckham alla squadra dei Los Angeles Galaxy o Pirlo al New York City FC) o altri sono giovani che non hanno avuto fortuna nel “calcio che conta” e sono in cerca di gloria (l’esempio migliore è quello di Giovinco a Toronto).

E per quanto riguarda il lato social ?

Anche dal lato digitale la MLS sta crescendo molto con numeri davvero niente male per uno sport non così popolare in USA. Le principali squadre per numero di fan sui social sono:

Panoramica social MLS

 

Tutte queste squadre sono state sicuramente aiutate dall’arrivo di grandi calciatori, come Pirlo e Davi Villa a New York, Beckham e Gerrard ai Galaxy e Kakà ad Orlando. Basti pensare che dal 2010 ad oggi il valore dei club, secondo la rivista Forbes, è cresciuto del 400%, una cifra pazzesca. Il punto di forza di questa crescita, come spiegato da Howard Handler (Chief Marketing Officer della MLS), è stato quello di puntare sul contatto diretto con i tifosi attraverso le diverse piattaforme digitali in modo da creare un coinvolgimento maggiore e cercare di instaurare un legame tra squadra e tifoso. L’MLS infatti è la lega statunitense con la maggiore crescita sui social con un aumento di circa il 600% a partire dal 2013 (anni in cui sono arrivati i grandi campioni sopra citati precedentemente).

MLS e le nuove tendenze

Un passo importante per la crescita della MLS, a mio avviso, è stato sicuramente quello di essere inclusa nel videogioco FIFA che ha sicuramente offerto una maggiore visibilità al campionato statunitense. Proprio in FIFA 18 nella modalità chiamata “il viaggio”, dove si gioca nei panni di un giovane calciatore pieno di talento di nome Alex Hunter, si verrà trasportati per una stagione a giocare proprio nella MLS dove il giovane Hunter dovrà dimostrare di avere del talento per poter tornare in Europa.

eMLS Cup

La MLS è anche una delle principali leghe calcistiche ad aver offerto un vero e proprio contributo alla crescita degli Esports con la creazione di una vera e propria competizione grazie ad una collaborazione con EA Sports (creatrice del gioco FIFA). Ad aprile partirà infatti tra Canada e USA la eMLS. Questa competizione inoltre avrà come obiettivo anche le qualificazioni dei giocatori statunitensi e canadesi per i prossimi Mondiali di FIFA.

In conclusione

Sicuramente non è ancora abbastanza per poter raggiungere il livello dei maggiori campionati europei ma sono sulla buona strada. Gli investimenti ci sono e ce ne saranno ancora, il tempo per crescere come movimento calcistico c’è e lo stanno sfruttando molto bene per il momento. La nascita degli esports può essere comunque di grande aiuto per unire tutti gli appassionati di calcio e far conoscere a tutti lo spettacolo che può regalare la MLS.

 

 

Se sei arrivato fino alla fine significa che questo contenuto ti ha interessato, se così non fosse complimenti per la forza di volontà!

Se il contenuto è stato di tuo gradimento seguici sui nostri account social di Facebook e Instagram in modo da rimanere sempre aggiornato sulle prossime novità. Grazie.

 

Seguici su:
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.