La rivoluzione digitale sta trasformando il modo con cui tifosi, federazioni, club ed atleti entrano in contatto tra di loro: non più una comunicazione mono-direzionale, ma una comunicazione interattiva, dove ogni soggetto fa parte in modo attivo e passivo al processo comunicativo.

La pallacanestro italiana ha introdotto alcuni cambiamenti nel corso degli ultimi anni che hanno permesso al movimento di crescere sotto ogni aspetto.

A) Innanzitutto la Lega Basket serie A, cioè l’ente che si occupa dell’organizzazione del massimo campionato di basket in Italia, ha finalmente trovato un’ottima soluzione per la trasmissione delle partite.

Dopo
diversi anni in cui la LBA aveva concesso a fasi alterne la possibilità di
trasmettere i match  alla RAI e a SKY,
finalmente nell’estate 2017 la LBA ha siglato un accordo con il network
televisivo “Eurosport” per la concessione dei diritti tv.

Grazie ad un abbonamento annuale (al prezzo modico di 50€) alla piattaforma online “Eurosport Player”, ogni tifoso ha la possibilità di seguire tutte le 240 partite di regular season e i playoff della Serie A, la Super Coppa Italiana, la Coppa Italia e le 4 competizioni europee (EuroLega, EuroCup, ChampionsLeague e EuropeCup).

Oltre agli appassionati, anche gli staff e i giocatori delle squadre hanno accesso al portale dove possono consultare gli highlights delle partite avversarie, per studiare e capire meglio la tattica da mettere in campo nel match successivo.

B) Il secondo aspetto sicuramente da analizzare è l’introduzione e il perfezionamento del sito internet www.legabasket.it, dove ogni interessato ha la possibilità di trovare tutte le notizie relative al campionato, come ad esempio la classifica, il calendario, le statistiche delle squadre e dei giocatori, la storia e i link utili.

C) Un altro argomento rilevante è l’utilizzo dei social network da parte delle società e della LBA.

In particolare, ben funzionante è l’uso di Instagram, dove i club e la Lega Basket possono collaborare attraverso gli hashtag e i tag, così da poter diffondere con più facilità il movimento cestistico italiano, nonstante sia soltanto da poco tempo che le società ne fanno davvero uno strumento essenziale e fondamentale per la diffusione delle attività del proprio club.

Ecco di seguito la TOP 5 delle squadre italiane secondo il numero di followers su Instagram:

Elaborazione personale

D) Infine andiamo analizzare un aspetto su cui il movimento cestistico italiano ha ancora molto da lavorare, ovvero il merchandising.

Infatti, tutt’oggi, non esiste ancora un sito organizzato dove poter acquistare le divise da gioco o i gadget delle 16 squadre di Serie A. Anzi, per alcune società, è addirittura impossibile acquistare online la t-shirt della propria squadra del cuore, in quanto non è presente uno store online, ma solo  il negozio fisico presso il palazzetto.

La
pallacanestro italiana ha fatto grandi passi in avanti a proposito del digital
negli ultimi anni.

È
impossibile pretendere di diffondere il movimento cestistico italiano quanto
possa essere invece famosa l’EuroLega oppure l’NBA, ma si può sicuramente
ancora migliorare attraverso l’introduzione di progetti concreti e finalizzati
a obiettivi specifici.

Oscar Aceti di Marketing Tips Italia

Seguici su:
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.